BANDO CONIUGI SEPARATI O DIVORZIATI: VANNO RIMOSSI I LIMITI DEI 2 ANNI DALLA SEPARAZIONE E DEI 5 DI RESIDENZA

La Giunta Regionale ha prorogato al 31 dicembre 2022 i termini per accedere al bando in favore di coniugi separati o divorziati, che prevede un sostegno ai genitori in condizioni di disagio economico utili a integrare il canone di locazione.

Per l’accesso a questa misura sono stati stabiliti alcuni requisiti ben precisi, fra i quali quelli che la separazione deve essere avvenuta nei due anni precedenti la domanda e che deve trattarsi di residenti in Lombardia da almeno 5 anni.

Sostenere l’affitto di genitori separati o divorziati solo da due anni vuol dire essere ben poco utili alla maggioranza delle persone che si trovano in questa situazione: questo è il mio pensiero e quello dei colleghi del PD che con me hanno presentato un’interrogazione che chiede di sapere se Giunta e assessore intendano “rivedere i criteri di accesso alla misura di sostegno abitativo a favore dei coniugi separati o divorziati in condizioni di disagio economico, rimuovendo il requisito, fortemente selettivo, che vede quali beneficiari i coniugi per i quali la separazione è avvenuta nei due anni precedenti la data di presentazione della domanda”.
 
Potrebbe essere un provvedimento importante, ma impostato in questo modo ha un forte sentore propagandistico: si tratta di un sostegno che esclude molti ed è diretto a una platea ben precisa e ristretta di cittadini.

Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono chiusi.