CARO BOLLETTE: “ANCHE LA REGIONE HA I SUOI EXTRAPROFITTI, LI USI PER ALLEVIARE I COSTI DI FAMIGLIE E IMPRESE”.

“Anche Regione Lombardia ha degli extraprofitti dovuti all’aumento del costo dell’energia: nel 2022 ammontano a 33 milioni che la Regione ha riscosso in più rispetto a quanto previsto. Si tratta dei canoni per le derivazioni idroelettriche, applicati per l’utilizzo dell’acqua per produrre energia, in netta crescita per l’aumento del prezzo dell’energia sul mercato elettrico. La Regione aveva previsto a dicembre di incassare circa 73 milioni di euro e a luglio ha corretto la stima in rialzo a 106 milioni. Queste risorse vanno in buona parte agli enti locali, ma ciò che resta nelle casse regionali deve essere utilizzato per alleviare le bollette di famiglie e piccole e medie imprese. Anche la Regione faccia la sua parte.”
Lo dichiarano Raffaele Straniero e Fabio Pizzul, rispettivamente capodelegazione del Pd in commissione attività produttive e capogruppo in Consiglio regionale, presentando una mozione che sarà discussa giovedì 8 settembre in Consiglio regionale. Con essa il Pd chiede alla giunta regionale che “le risorse derivanti dall’incremento di entrata per i canoni di concessione per grandi derivazioni idroelettriche, connesso alla crescita dei prezzi sul mercato elettrico, siano destinate integralmente a una misura regionale di sostegno nel pagamento dei consumi energetici rivolta alle famiglie lombarde e alle piccole e medie imprese, al momento particolarmente sofferenti per la situazione creatasi.”

Qui il testo della mozione
 
Milano, 6 settembre 2022

Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono chiusi.