Edilizia scolastica

Il Consiglio Regionale della Lombardia

Preso atto

Che il Governo in carica non ha rinnovato il mandato della Struttura di Missione per la riqualificazione dell’edilizia scolastica presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e che quindi il lavoro di ItaliaSicura/Scuole si chiude, dopo quattro anni, in cui sono stati stanziati 10 miliardi per l’edilizia scolastica di cui oltre 5 già spesi da Comuni, Province e Città Metropolitane per interventi di messa in sicurezza e realizzazione delle scuole; riconoscendo, inoltre, che ItaliaSicura/Scuole ha compiuto un’azione di supporto e guida per le Amministrazioni locali, attuando operazioni come “Sblocca Scuole”, “Scuole Nuove”, “Scuole Sicure”, “Adeguamento sismico”, “Bando mutui bei”, “Fondo Kyoto” e riconoscendo il lavoro avviato sull’Anagrafe degli edifici scolastici, per avere una mappatura completa istituto per istituto;

Rilevato che

ItaliaSicura/Scuole ha avuto un impatto molto efficace anche sul territorio di Regione Lombardia, come si evince dai dati pubblicati, coinvolgendo 1402 edifici, con 2142 interventi, per un finanziamento di 643.295.952,00 di euro, andando a soddisfare parte del fabbisogno di interventi finalizzati all’edilizia scolastica, fabbisogno emerso su tutto il territorio lombardo, di cui gli enti locali necessitano sia per interventi di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, per la realizzazione e miglioramento di palestre nelle scuole e interventi rivolti alla rimozione delle barriere architettoniche;

Richiamati

gli atti di Programmazione strategica regionale dell’XI Legislatura che individuano lo sviluppo e l’intervento migliorativo del patrimonio edilizio scolastico come obiettivo prioritario nell’azione di governo regionale come riportato nel PRS approvato, in cui “Regione Lombardia intende proseguire nella realizzazione di interventi volti a qualificare e rendere maggiormente competitiva la rete formativa ed educativa presente a livello regionale, attraverso il miglioramento e la razionalizzazione delle strutture edilizie e tecnologiche. Saranno sostenuti interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici, adeguamento del patrimonio scolastico e ammodernamento con forme di accompagnamento agli Enti locali proprietari anche ai fini della progettazione”;

Visto

il progetto di legge “Assestamento al bilancio 2018-2020” e gli stanziamenti in esso previsti alla missione di spesa 04 “Istruzione e diritto allo studio”, Programma 03 “Edilizia scolastica” dal quale emerge che non vi è dotazione finanziaria alcuna;

Impegna la Giunta regionale

a prevedere una dotazione finanziaria dedicata all’edilizia scolastica, per soddisfare il fabbisogno emerso su tutto il territorio lombardo, affinché si possa proseguire con l’operazione avviata dalla Struttura di Missione per la riqualificazione dell’edilizia scolastica ItaliaSicura/Scuole;

ad avviare entro il 2018 un bando rivolto agli enti locali per la messa in sicurezza degli edifici scolastici che includa interventi di ristrutturazione, ampliamento e miglioramento di edifici scolastici e palestre, prevedendo misure rivolte anche alla piccola manutenzione e alla rimozione delle barriere architettoniche.

Milano, 26 luglio 2018

Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati