Elezioni europee e amministrative 2019, il mio appello al voto!

Mancano ormai pochissimi giorni all’appuntamento elettorale di domenica 26 maggio, un doppio appuntamento in realtà perché si voterà per il rinnovo del Parlamento Europeo ma anche per l’elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale nella maggior parte dei Comuni.

Immagino che molti cittadini, delusi o stanchi della politica, non abbiano intenzione di recarsi alle urne o siano ancora indecisi.

Ad essi, in primis, mi rivolgo, chiedendo di partecipare al voto, non solo con l’argomentazione più diffusa e condivisibile (non votando, rinunci ad un tuo diritto/dovere e deleghi gli altri a scegliere per te!) ma anche con un invito a considerare la duplice importanza di questa consultazione:

  1. le elezioni europee costituiscono infatti un “test” importantissimo sul futuro dell’Unione Europea, che mai come in questo momento è stato messo in discussione, per cui si tratta di decidere se vogliamo continuare a stare in Europa, magari riformandola profondamente, o se intendiamo prepararci ad uscire o a volere lo scioglimento dell’Unione, con tutte le conseguenze del caso,
  2. l’elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale incide non poco sulla qualità della vita del Comune in cui viviamo, è qualcosa che ci riguarda molto da vicino!

Per quanto riguarda il rinnovo del Parlamento Europeo, il mio invito è quello di votare la lista “PD – Siamo europei”, che, già dal nome, mutuato dal manifesto di Carlo Calenda, compie una chiara scelta: rimanere in Europa ma con l’ambizione di cambiarla e di migliorarla, attraverso un’Unione meno ancorata al modello dell’”austerità finanziaria” e più vicina ai problemi dei cittadini, dei territori e delle nazioni.

Perché le cose vadano meglio, insomma, ci vuole più Europa, ma un’Europa meno burocratica e più sociale, attenta all’ambiente, al lavoro, alla lotta contro la povertà, un’Unione che abbia il coraggio di avere una politica comune anche in materia di politica estera e di difesa, che sappia intraprendere il cammino verso quegli “Stati Uniti d’Europa” che non devono rimanere solo un sogno!

Invece, per le elezioni comunali, non ho indicazioni di partito da fornire, però mi pare che sul territorio, anche se con fatica (in 14 dei Comuni della Provincia di Lecco infatti c’è un solo candidato Sindaco!), siano presenti liste civiche formate da persone che sono pronte a dedicare tempo ed energie al proprio Comune, ricche di passione per la “cosa pubblica”.

Comune per Comune, Vi auguro di fare in modo approfondito questa scelta, sono sicuro che non vi troverete pentiti!

Raffaele Straniero

Consigliere regionale Partito democratico della Lombardia

Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati