INSERIMENTO LAVORATIVO DISABILI, STRANIERO “LA REGIONE FACCIA DI PIÙ”

Più attenzione per l’inserimento lavorativo delle persone disabili e attuazione piena della legge regionale n. 68 del 1999. È quanto ha ottenuto il Partito Democratico, oggi in Consiglio regionale, con un ordine del giorno al bilancio 2019-2021, firmato dal consigliere democratico Raffaele Straniero, approvato ieri all’unanimità. Alla Regione si chiede di stanziare risorse adeguate per razionalizzare il fondo ad hoc (ex legge regionale 13/2013) a partire dalla Dote Lavoro Disabilità, omogeneizzare su tutto il territorio regionale contenuti e parametri delle convenzioni quadro che vengono promosse dalle Province allo scopo di assumere persone disabili, incentivare il raccordo tra servizi educativi e formativi e il Collocamento Mirato, promuovere il tema della responsabilità sociale d’impresa e incentivare, nelle imprese, l’istituzione del Disability manager.

“L’assunzione delle persone disabili nelle imprese lombarde è spesso frenato dalla mancata piena attuazione della legge 68 – spiega Straniero – La Regione può fare molto per creare condizioni più favorevoli e oggi abbiamo ottenuto un impegno che va in questa direzione. Il lavoro per le persone portatrici di handicap è un elemento fondamentale per il progetto di vita indipendente e le istituzioni devono perseguire con attenzione l’obiettivo di rimuovere tutti gli ostacoli perché questo avvenga. L’approvazione unanime di questo ordine del giorno ci sembra un buon segnale di attenzione rispetto a questo tema e che ci auguriamo che allo stesso seguano passi concreti”.

Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati