QUALITA’, INNOVAZIONE E INTERNAZIONALIZZAZIONE NEI SISTEMI DI FORMAZIONE E LAVORO

Martedì 22 settembre il Consiglio regionale ha approvato una nuova legge che interviene sulla formazione professionale in Lombardia, con l’astensione del gruppo del PD della Lombardia.

In questo caso, contrariamente alla legge sul turismo, è stato sventato il tentativo di blitz leghista che ha cercato di inserire con un paio di improvvidi emendamenti il solito marchio ideologico anti stranieri.

Al contrario, con l’accoglimento delle richieste del gruppo PD, si è potuta licenziare una legge equilibrata per il sistema formativo lombardo, nonostante alcune criticità di fondo (la cristallizzazione dello strumento della dote come accesso al sistema formativo e la necessità di coordinare la normativa regionale con le recenti disposizioni nazionali della Buona Scuola e del Jobs Act).  E’ stato in particolare assicurata l’attivazione di nuovi bandi per le doti formazione professionale all’interno dell’IPM Beccaria ed è stata impegnarta la Giunta per dare continuità di risorse per la disabilità, ottenendo anche l’impegno di Regione Lombardia ad assicurare il contributo per la copertura dei costi per il trasporto e l’assistenza agli studenti disabili per la parte residua dell’anno scolastico 2015-2016.

Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati