Richiedenti asilo, Straniero: “Mozione della Lega sull’impiego gratuito contraraia al buon senso”

“L’approvazione da parte del consiglio regionale di una mozione della Lega che impegna la Giunta regionale a penalizzare nei bandi pubblici i Comuni che impiegano richiedenti asilo in attività di manutenzione del verde pubblico, sta suscitando una vasta eco nell’opinione pubblica lombarda, incredula di fronte ad un principio che è palesemente contrario al comune buon senso”, lo dice Raffaele Straniero, consigliere regionale del Pd, gruppo che l’altro giorno, in Aula, ha presentato una contro mozione, bocciata dalla maggioranza di centrodestra.

“Una situazione testimoniata dal fatto che la votazione sulla mozione leghista, passata per un soffio, ha spaccato la maggioranza: a voto segreto, 34 sì, 32 no e 1 astenuto. Purtroppo, però, è stata approvata e ora va a costituire un ulteriore tassello nella strategia leghista di demonizzazione dei profughi”.

Ma per Straniero e il Pd “l’impiego a titolo gratuito e volontario dei richiedenti asilo in piccoli lavoretti non costituisce in alcun modo un fatto lesivo delle imprese italiane che si occupano di manutenzione del verde, se questa era la scusa. Molti Comuni li utilizzano in progetti che vanno ad affiancarsi agli appalti canonici. Mi sembra chiaro perciò quale sia l’obiettivo della strategia leghista: rendere insopportabile la presenza sul territorio dei richiedenti asilo, impedendo loro anche di rendersi utili per la collettività”.

Straniero conclude: “Credo si sia veramente arrivati al limite e giustamente questa mozione sta incontrando sgomento, indignazione, opposizione da parte di cittadini, associazioni di volontariato, Comuni.  Mi auguro che tutto ciò si possa tradurre in un’ampia mobilitazione sociale in grado di indurre la maggioranza lombarda di centrodestra a tornare sui suoi passi”.

Milano, 8 novembre 2018

Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati